Ultime news

 

Benvenuti sul sito appv.

La stagione 2016 inizierà domenica 7 febbraio con l'apertura della pesca sull'Adige, che speriamo si comporti come lo scorso anno in quanto a durata della limpidezza dell'acqua.

Questa sarà la prima annata di un nuovo corso per Appv: l'istituzione di due zone Cattura e Rilascia riservate alle esche artificiali aumenta considerevolmente la lunghezza dei tratti a prelievo zero nelle nostre acque più pregiate.

La zona A dell'Adige, lunga circa 27 km, ora conta 14 km di C&R e 6 di NoKill e solo nei rimanenti 7 è concesso il prelievo. La zona alta del torrente Fibbio è ora quasi completamente a prelievo zero, unendo le due zone NoKill con una zona C&R, e chiude omogeneamente al 31 ottobre sia in NoKill che in C&R.

Il prelievo giornaliero è stato reso uguale in tutti i bacini e portato a 3 capi; l'annuale è stato portato a 50 capi.

Novità delle novità: è stata istituita la tutela integrale della trota marmorata e dei suoi ibridi in tutte le acque della concessione.



Per gli amanti delle esche naturali è stata creata una zona di pesca autunnale, con chiusura al 30 novembre, nel tratto cittadino tra la diga del Chievo e quella del porto san Pancrazio.

La zona è aperta anche alle esche artificiali. Durante il periodo autunnale sarà concesso il prelievo di sole trote iridee. Questa zona è accessibile con un tesserino separato dall'annuale, disponibile per tutti i pescatori nei consueti punti di distribuzione. Non è necessario aver fatto l'annuale o anche solo un giornaliero: lo può ottenere ogni pescatore.

Tutti i proventi del tesseramento autunnale andranno in semine per la zona autunnale.
 

Qui sotto è indicato il link alla divisione in zone di pesca.

 

 

A questo link si può trovare il regolamento di pesca



Come di consueto, abbiamo fatto un giro con il drone per condividere la bellezza dell'Adige Appv prima dell'apertura. 


E infine il programma per il triennio 2016-2018

 

Un pensiero raccolto tra i pescatori al tocco nelle ultime settimane: la piena non è ancora arrivata: siamo ormai a fine aprile e ancora abbiamo un'acqua bella e dei livelli interessanti. Sia chiaro, dal punto di vista prettamente sportivo non c'è nulla da lamentarsi, anzi lo vediamo come un recupero della stagione scorsa, passata per lo più a lamentarsi dell'acqua sporca.Tuttavia dal punto di vista del pesce qualcosa succede, come i molti pescatori al tocco stanno notando in città e nella prima valle: si sono stabilite delle territorialità, una divisione delle buche che a quanto pare porta a una sorta di paralisi dell'attività predatoria: si deve pescare in buca, ben piantati sul fondo, per riuscire a smuovere qualcosa. 

Webcam Adige cittadino

Webcam sull'Adige al ponte di Castelvecchio, centro storico di Verona

Una nota di colore: lungo la strada Comun (la ciclopedonale tra Montorio e San Martino Buon Albergo) durante il controllo mattutino si incontrano per lo più quei pescatori che, più per l'età e i problemi alle gambe che per scelta, si avvantaggiano della riva bassa e di facile accesso. Da una media fatta sui dati raccolti durante i controlli le catture procapite sono 62, quasi tutte FB F, ovvero fario sopra i 25cm provenienti dal bacino del Fibbio. 

Normalmente con l'arrivo dell'estate questo tipo di pescatore raggiunge la quota di 80 catture, abbandona i fossi del Fibbio e tende a spostarsi sul lago a sarde. Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso la media catture è invariata, segno che le 3 catture giornaliere non sono un freno per chi ha del tempo a disposizione, ma solo per chi deve fare un'uscita mordi e fuggi.

L'Adige splendido di questi primi tre mesi di pesca ha fatto esaurire le scorte di permessi giornalieri, obbligando a una ristampa e a una nuova distribuzione nei punti vendita. Sono note positive che potrebbero portare dei fondi per richiedere una seconda determina semine in Provincia, quindi potenzialmente ad altri lanci nelle zone del pronta cattura: in caso si avvertirà abbondantemente prima.

Ricapitolando ottobre = mosca e C&R in tutte le zone NoKill. Chi ha l'annuale NoKill ha già il mese di ottobre incluso, per chi ha l'annuale normale costa 20€ in più.

LEGGE REGIONALE  n. 9 del 11 maggio 2015

NORME PER LA TUTELA DELLE RISORSE IDROBIOLOGICHE E DELLA FAUNA ITTICA E PER LA DISCIPLINA DELL’ESERCIZIO DELLA PESCA NELLE ACQUE INTERNE E MARITTIME INTERNE DELLA REGIONE VENETO

Art. 1 - Finalità, oggetto ed ambito di applicazione della legge.